8 marzo festa della donna

Dedichiamo a tutte le donne alcune frasi celebri pronunciate dalle donne nel tempo.

Da notare come attraverso i secoli il tono delle frasi sia cambiato poco.
Da queste si evince come le donne siano sempre state consapevoli della propria condizione nel corso dei secoli, anche se la maggioranza di esse viveva e vive la quotidianità affrontando compiti e problemi legati alla sopravvivenza, dovendo così mettere in secondo piano la propria realizzazione.

"In tutti i tempi è stata trascurata l'educazione delle donne, non c'è attenzione che per gli uomini, e le donne, come fossero una specie a parte sono state abbandonate a sé stesse prive di aiuto, senza pensare che compongono la metà del mondo." (Madame de Lambert 1647 - 1733)

È tempo che le donne contrastino la vergognosa incompetenza in cui l'ignoranza, l'orgoglio e l'ingiustizia maschili le ha per così lungo tempo tenute prigioniere. (Théroigne de Méricourt 1762-1817)

Non si chieda alle donne di essere sincere, sinché vengono educate in modo da credere che lo scopo della loro vita sia di piacere. (Marie von Ebner-Eschenbach 1830 - 1916)

Donne non si nasce, lo si diventa. Nessun destino biologico, psichico, economico definisce l'aspetto che riveste in seno alla società la femmina dell'uomo; è l'insieme della storia e della civiltà a elaborare quel prodotto intermedio tra il maschio e il castrato che chiamiamo donna. (Simone de Beauvoir 1908 - 1986)

Dopo essersi liberata dalla schiavitù impostale per secoli dall'uomo, la donna deve adesso liberarsi dal mito dell'inferiorità femminile, e rendersi pienamente conto delle proprie possibilità. (Ashley Montagu 1905 - 1999)

Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza. (Rita Levi-Montalcini 1909 - 2012)

Essere donna è così affascinante. È un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai. (Oriana Fallaci 1926 - 2006)

Magari non sarà vero che le armi a nostra disposizione siano necessariamente e fisiologicamente pari a quelle del maschio, ma pari deve essere la dignità da esigere con potenza e assennatezza prima di tutto da noi stesse. Ma, visto l'andazzo, speranze poche. (Mina)

L'universo maschile fin dai tempi dell'antica Grecia, ha amato/odiato le donne e formulato giudizi opposti in merito ad esse.

Tralasciando tutti quegli aforismi abbastanza noti e scontati sulla donna/danno, angelo/demone santa/prostituta ecc...,  chiudiamo con due frasi che a nostro avviso sono emblematici dell'ambiguità di sentimenti che l'uomo nutre verso la donna e che danno un senso anche alle violenze perpetrate sulle donne ancora oggi.

Essere donna è un compito terribilmente difficile, visto che consiste principalmente nell'avere a che fare con uomini. (Joseph Conrad)

La donna è un ordigno, e l'uomo è un bambino che non riesce a capirci niente e lo distrugge, per piangere subito dopo e dare la colpa alle istruzioni. Ma la donna e il cielo non hanno istruzioni. (Filippo Timi)